“Vi racconto le proposte indecenti dei calciatori che intervisto”

di Irene Giuntella - 12.09.2014
“Vi racconto le proposte indecenti dei calciatori che intervisto”
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Dopo il polverone sollevato dalla pubblicazione del suo libro-denuncia contro il mondo del calcio, abbiamo chiesto a Hilde Van Malderen un’intervista. “Il calcio in Belgio – racconta a West - appartiene ancora agli uomini ed è un mondo molto conservatore, dove è presente un forte ego dei giocatori, soldi, tantissimi fan e grande potere. Le donne sono viste ancora, esclusivamente, come oggetti da sedurre”. Nulla di nuovo? Fino a un certo punto. Visto che non sono così tante le giornaliste sportive che ammettono pubblicamente i segreti di una quotidianità lavorativa che non è proprio rose e fiori.

“Vuoi essere la mia amica di letto?”. “Da queste parti si dice che tu abbia una gran voglia di sesso?”. Sono alcuni dei tanti messaggi hot di calciatori, allenatori e arbitri ricevuti dalla giornalista belga nel corso degli anni della sua attività. Messaggi che sono stati raccolti nel suo libro Speelgoed che in fiammingo significa giocattolo.

Bella, bionda e giovane, ma non una “bambola” inanimata con cui giocare. Non ha vissuto una vita professionale facile nel mondo calcistico dove poche sono le donne croniste e lei è l’unica a seguire il calcio a tempo pieno a Bruxelles. Ripercorrendo le tappe della sua carriera ricorda come all’inizio sia stato molto difficile farsi accettare e far capire che il suo obiettivo non era adulare o sognare un flirt con un famoso e bel calciatore, come una qualsiasi fan. Era lì con carta e penna in mano a far semplicemente il suo mestiere.

“Non è stato facile per me far capire che non ero solo una ‘bella bionda’, ma ero soprattutto una giornalista in grado di scrivere e pensare, ora mi rispettano ma non sarò mai una di loro”. Hilde non ha mai ricevuto messaggi così diretti ed espliciti da ragazzi qualsiasi come invece le è successo con i calciatori che “credono di essere i re del mondo!”. Sms riportati nel libro in forma anonima ma con l’indicazione del ruolo o della squadra da cui provengono. “Lo sai che mi piace bere lo champagne? Vorrei versartelo addosso e leccarti ovunque” o “Martedì all’aeroporto di Bruges io e te nel bagno: ci stai?”.

Come ha reagito Hilde a queste avance? “Volevo rispondere con dei ‘no’ secchi ma ho dovuto comunque trovare delle vie diplomatiche per far capire che non ci stavo ed è stato difficile. Purtroppo se avessi urtato il loro ego mi sarebbe stato difficile lavorare in futuro o ottenere delle interviste con loro. Ora che ho parlato sto avendo dei problemi in Belgio, mi dicono di tacere”.

Pubblicato in Questioni di genere.
Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • In azienda oltre la maternità va gestita la menopausa

    Gli ambienti di lavoro dovrebbero essere più accoglienti per le impiegate in menopausa. A dirlo è il Governo inglese che, avvalendosi dei migliori ricercatori dell’Università di Leicester, ha appena pubblicato un vero e proprio decalogo per manager e datori di lavoro. Ecco alcuni suggerimenti: 1) predisporre aree di riposo per permettere alle donne Leggi tutto.

  • Pornodipendenti da giovani, sessisti da adulti

    Tra i ragazzi che guardano molti film hard è più alta la probabilità di diventare da grandi accaniti sessisti. È questo il succo di un recente studio dell’Università del Nebraska presentato alla più grande convention mondiale sulla psicologia in corso a Washington. Dall’analisi condotta su un campione di adolescenti e adulti Leggi tutto.

  • Così le donne abusano sessualmente degli uomini

    Se ne parla poco, ma alcuni uomini sono vittime di violenza sessuale da parte delle donne . E le modalità di coercizione sono diverse. A sottolineare quest’aspetto poco esplorato degli abusi sessuali, uno studio dell’Università di Lancaster. Che elenca i tre espedienti che le donne usano maggiormente per costringere un uomo a Leggi tutto.

  • Una visionaria le voleva liberare dalla schiavitù domestica

    Frances Gabe, la geniale inventrice della casa che si puliva da sola, se ne è da poco andata a 101 anni dimenticata e in silenzio. Mezzo secolo fa, dopo anni di tranquillo tran-tran  casalingo,  Mrs. Gabe, sbattuto il marito fuori di casa e con 2 figli sulle spalle, capì che la Leggi tutto.

  • Anche la sessualità femminile non ha età

    Per le donne il sesso è importante anche dopo i 50 anni. Parola dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo che hanno dato ragione a una portoghese a cui un intervento chirugico aveva pregiudicato l’attività sessuale. Questi i fatti. La signora Maria Morais subì un’operazione nel 1995, all’età di Leggi tutto.

  • Giornaliste della BBC in rivolta per la parità salariale

    42 giornaliste della BBC hanno scritto una lettera aperta al direttore generale dell'emittente, Tony Hall, per chiedere il riconoscimento della parità salariale con i loro colleghi maschi. La polemica sui più bassi stipendi percepiti dalle donne segue la pubblicazione di un documento dalla BBC dal quale si scopre che tra Leggi tutto.