Studenti inventano l’impermeabile-tenda per i rifugiati

di Beatrice Credi - 26.01.2016
Studenti inventano l’impermeabile-tenda per i rifugiati
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

È un cappotto che diventa tenda o sacco a pelo. Ed è destinato ai rifugiati sfollati in tutta Europa. Un'idea, ancora in fase embrionale, di alcuni studenti del Royal College of Art di Londra. Che, in collaborazione con una nota marca di abbigliamento, hanno progettato questo originale e utile impermeabile. Descrivendo la loro creazione come "dimora multifunzionale da indossare", il team è venuto prima in contatto con l'esperienza dei richiedenti asilo tramite Medici Senza Frontiere. La giacca è dotata di un cappuccio e grandi tasche per la conservazione di documenti e oggetti personali. È leggera ma resistente a vento e pioggia. Nascoste lungo la cucitura posteriore ci sono, inoltre, parti di plastica, simili a quelle utilizzate negli aquiloni, che aiutano a sostenere la tenda. Come sacco a pelo, infine, è in grado di ospitare comodamente un adulto e un bambino. Per supportare finanziariamente il progetto è possibile fare donazioni dall'apposita pagina Kickstarter.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Non si sentono a casa loro e votano contro

    Dopo la vittoria in Inghilterra della Brexit e lo sfondamento di Trump negli USA il mezzo terremoto delle recenti elezioni in Germania conferma che nelle società di punta dell’Occidente industrializzato è in atto quella che Ronald Inghelart e Pippa Norris hanno genialmente definito come una silent revolution on the contrary. Leggi tutto.

  • Cos’è e com’è nata Alternative für Deutschland

    Per la prima volta dalla Seconda Guerra Mondiale, con lo slogan "Germany first", che ricorda da vicino l'"America first" di Donald Trump, un partito di destra entra nel Parlamento tedesco. Alle elezioni politiche di ieri in Germania, l’Alternative für Deutschland (AFD) ha, infatti, conquistato il 12,4% dei voti ed eletto Leggi tutto.

  • Alla Casa Bianca dopo i dreamers arrivano i rifugiati

    Sull’immigrazione USA tornano a rullare i tamburi di guerra. A poche settimane di distanza dal fragoroso annuncio fatto da Trump di non voler garantire, come sarebbe stato nelle sue prerogative, la prosecuzione del DACA (il Deferred Action for Children Arrival varato nel 2014 dall’amministrazione Obama a favore dei figli degli Leggi tutto.

  • Cosa si intende per rifugiato

    Visto che in questi giorni in Italia non si fa altro che parlare di rifugiati, abbiamo cercato di ricostruire il significato lessicale, storico e politico del termine: Rifugiato, dal francese rèfugié (fuggito), o Esule, dal latino ex (fuori) solum (suolo), è colui che, in base alla Convenzione di Ginevra del 1951, Leggi tutto.

  • Papa Francesco: governare l’immigrazione per dare integrazione

    Chissà se chi pochi giorni fa si è spinto a dare dello “sbirro” a Minniti per aver bloccato il fiume di arrivi incontrollato di immigrati dalla Libia si spingerà oggi a dirlo del Papa. Che di ritorno dalla Colombia ha affermato a chiare lettere che la politica dell’immigrazione per essere Leggi tutto.

  • Il futuro dell’immigrazione si gioca al tavolo africano

    È ufficiale. Grazie alla Corte di Giustizia UE è ormai chiaro, al di là di ogni ragionevole dubbio, che il no dei paesi dell’Est alla redistribuzione dei profughi arrivati in Italia e Grecia ha un unico fondamento: quello dell’egoismo politico. Una verità che per Carlotta Sami, portavoce dell’UNHCR, è “un’ottima Leggi tutto.