Sempre più bambine spagnole a rischio mutilazione genitale

di Ivano Abbadessa - 04.02.2014
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Sono circa 17mila le bambine a rischio di mutilazioni genitali in Spagna. Si tratta delle ragazzine con meno di 15 anni che vivono in territorio iberico provenienti dai paesi sub-sahariani, dove la pratica dell'infibulazione persiste. Un numero che tradotto in termini percentuali significa un incremento del 61,4% rispetto al 2008. È quanto emerge da una ricerca condotta dal Dipartimento di Antropologia Sociale e Culturale presso l'Università Autonoma di Barcellona (UAB). Che, più in generale, registra come in conseguenza dell'aumento del flusso migratorio sia cresciuto del 40% negli ultimi 5 anni il numero di donne che provengono da paesi in cui si pratica questa dolorosa mutilazione.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Aumentano le richieste di aiuto contro i matrimoni forzati

    Mai così tanti bambini in Gran Bretagna hanno chiesto aiuto contro i matrimoni forzati. Il numero delle chiamate alla linea telefonica di assistenza -Childline- sono aumentate del 12% nel 2016/17, rispetto al 2015/16. L'organizzazione inglese NSPCC ricorda come alcune famiglie appartenenti alle minoranze etniche che risiedono Oltremanica usano le vacanze Leggi tutto.

  • I programmi Tv dell’estate meno adatti ai bambini

    In Italia, tutta la programmazione del mattino di Canale 9 non è adatta ai minori. Con docu-fiction sui crimini più efferati che sviscerano gli istinti più bassi dell'essere umano e le crudeltà più impensabili, fino alle storie di infedeltà di coppia messe in atto con le peggiori meschinità e i Leggi tutto.

  • Il report che svela l’inferno dei bambini nel coro di Ratisbona

    547 sono i bambini che, tra il 1945 e gli inizi degli anni '90, hanno subito violenze nel coro del Duomo di Ratisbona. A fornire questi numeri è stato l'avvocato Ulrich Weber, incaricato dalla Chiesa di far luce su questa vicenda. Il più antico coro di voci bianche del mondo Leggi tutto.

  • L’autrice di Harry Potter aiuta così i piccoli orfani

    Eliminare la necessità di orfanotrofi e case per l’infanzia nei prossimi vent’anni. È quello che promette la scrittrice J.K. Rowling, «mamma» di Harry Potter. Che ha creato un ente benefico che opera per migliorare le condizioni di vita di piccoli abbandonati e diversamente abili che non ricevono le attenzioni di Leggi tutto.

  • La giustizia tenta di riciclare la vita dei figli dei mafiosi

    Per evitare che le colpe dei papà mafiosi ricadano sui figli, è nato “Liberi di Scegliere”.  È il progetto promosso dal giudice Roberto Di Bella, presidente del tribunale dei minori di Reggio Calabria. L’obiettivo è di prendersi cura degli under-18 con genitori malavitosi, seguirli garantendone l’indipendenza, l’autodeterminazione, l’affrancamento dai princìpi Leggi tutto.

  • Mai più spose bambine come ai tempi di Gangs of New York

    Mai più spose bambine a New York. È stata modificata la legge che nello Stato della Grande Mela dal 1929 consentiva ai minorenni di convolare a nozze. Pratica medioevale che, però, tra il 2000 e il 2010 nella città che non dorme mai ha conosciuto un boom senza precedenti con Leggi tutto.