Quelli che preferiscono YouPorn a una fidanzata

di Ivano Abbadessa - 01.07.2017
Quelli che preferiscono YouPorn a una fidanzata
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Sono sempre più numerosi coloro che anziché fare sesso preferiscono godere con i video erotici su Internet. Un “vizietto” al quale è stato addirittura trovato il nome: pornosessualità. Con riferimento ad un orientamento sessuale orientato esclusivamente all'hard online. “Se dovessi optare tra porno e sesso reale per il resto della mia vita, sceglierei senza dubbio il primo” – ha dichiarato alla rivista Medical Daily un amante di questa abitudine.

Nell'era digitale, la disponibilità di materiale gratuito sul web e la garanzia dell'assoluto anonimato sono fattori che spiegano il dilagare di questa pratica. Basti pensare che nel 1991 c'erano meno di 90 riviste erotiche negli Stati Uniti, mentre solo nel 2016, ad esempio, il popolare sito Pornhub ha ricevuto 23 miliardi di visite, ovvero 64 milioni di contatti al giorno. Per circa il 5-8% della popolazione, l'uso di film e clip pornografiche può evolvere in una dipendenza.

A detta degli esperti che indagano sul fenomeno, la pornosessualità è diffusa soprattutto tra i giovani maschi. Da una ricerca pubblicata  nel 2014 dalla rivista JAMA è risultato che di coloro che guardavano materiale erotico almeno una volta i maschi erano il 66% le donne il 41%. Il porno dipendente tipo è, in genere, un individuo  cresciuto a “pane ed Internet” , attirato dalla pornografia fin da giovanissima età, quasi sempre vergine che non conosce il sesso o l’eccitazione se non sul computer o lo smartphone.

La comodità di mettersi online senza dover faticare per una relazione può apparire attraente per alcuni” – afferma la sessuologa Christene Lozano. Gli fa eco la collega Amanda Pasciucco, che individua un'altra causa nella paura del rifiuto: “Nei miei anni di lavoro come terapista sessuale, ho potuto osservare come l'ansia e il timore di essere respinti portino molti a rifugiarsi nella pornografia.” Il sesso è una delle forme più espressive di intimità tra due persone.

Si è nudi fisicamente ed emotivamente nelle parti più segrete. Tuttavia, quando il legame con un partner si rompe ci si può sentire vulnerabili al letto e per questo c'è chi si rivolge al porno. Non certo per amore, ma per una mera gratificazione sessuale. Salvo che, ammonisce il Medical Daily, ricorrere nella vita reale alla pornografia per sostituire il sesso è come prendere un farmaco che rischia di azzerare per sempre il desiderio di intimità con l’altro da te.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Pornodipendenti da giovani, sessisti da adulti

    Tra i ragazzi che guardano molti film hard è più alta la probabilità di diventare da grandi accaniti sessisti. È questo il succo di un recente studio dell’Università del Nebraska presentato alla più grande convention mondiale sulla psicologia in corso a Washington. Dall’analisi condotta su un campione di adolescenti e adulti Leggi tutto.

  • Oggi in ufficio la scintilla dell’amore è un click

    Se sei innamorato/a di un/una collega, e non sai come dirglielo da oggi potrai confidarlo ad un robot che farà il lavoro sporco per te. Grazie ad una nuova funzione della nota app di incontri Fleed che potrà essere installata direttamente sulle piattaforme aziendali. Il suo funzionamento è molto semplice: Leggi tutto.

  • La droga internet spegne i desideri sessuali

    Clamoroso in Olanda: aumenta l’età media del primo rapporto sessuale. Secondo uno studio condotto dalla fondazione Rutgers, che ha analizzato un campione di 20mila ragazzi under-25, è a 18,6 anni che mediamente i ragazzi e le ragazze olandesi perdono la verginità: +1,5 anni rispetto al 2012. Una sorta di ritorno Leggi tutto.

  • 7 regole per un flirt estivo in tutta sicurezza

    Circa il 50% dei teenager italiani non usa il profilattico durante i rapporti sessuali, nemmeno se occasionali. Rischiando, in questo modo, di contrarre serie infezioni, quali la sifilide, la gonorrea e l’Hiv. Una minaccia che aumenta esponenzialmente durante l’estate, quando i flirt sono più frequenti. In particolare, sono le donne Leggi tutto.

  • Oggi ad abortire sono le trentenni

    In Inghilterra e Galles, lo scorso anno, sono stati effettuati un numero maggiore di aborti su donne di più di 35 anni rispetto alle adolescenti. I dati ufficiali del Dipartimento della Salute mostrano un tasso crescente di interventi in questa fascia d’età. Da 28.562 nel 2006, a oltre 30mila nel Leggi tutto.

  • Col sesso non protetto torna l’incubo sifilide

    Almeno sotto le lenzuola, gli inglesi sono tornati al Medioevo. È questo che viene da pensare a leggere gli ultimi dati sul boom di infezioni di sifilide tra i sudditi di Sua Maestà. Sei mila solo nel 2016, mai così tante da oltre mezzo secolo. Considerando che si tratta di Leggi tutto.