Quanti richiedenti asilo sono arrivati in Italia nel 2015

di Roberta Lunghini - 29.01.2016
Quanti richiedenti asilo sono arrivati in Italia nel 2015
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Nel 2015, sono stati 153.842 i richiedenti asilo sbarcati sulle coste italiane. Una cifra in diminuzione rispetto ai 170.000 registrati nell’anno precedente. Per la maggior parte provengono da Eritrea e Nigeria. Insieme queste due nazionalità sfiorano il 40% del totale, pari a oltre 50.000 persone. A seguire, i profughi provenienti dalla Somalia (12.176), dal Sudan (8.909), dal Gambia (8.123) e dalla Siria (7.444). Un po’ più in basso in questa particolare classifica, quelli originari del Mali (5.752), del Senegal (5.751), del Bangladesh (5.039) e del Marocco (4.486).





















I dati sono stati diffusi dall’Emilia-Romagna, nel rendere noto anche che per quanto riguarda questa regione, la percentuale di accoglienza si è mantenuta sul 6% complessivo. Con un aumento di circa 3.000 presenze per quanto riguarda le strutture temporanee: in media 250 persone in più ogni mese.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • In Italia l’immigrazione è cambiata così

    Spesso i numeri sono aridi e noiosi, ma quelli sull’immigrazione fanno sempre eccezione. Come dimostrano le ultime rilevazioni Istat sulla popolazione straniera in Italia nel 2016. Da cui emergono tre fondamentali novità che hanno lasciato molti a bocca aperta. 1) Aumenta il numero degli immigrati che ottengono la cittadinanza italiana. Sono Leggi tutto.

  • Trump non fa sconti nemmeno ai rifugiati

    Pochi giorni fa eravamo stati facili profeti nel prevedere che sulla quota annuale dei futuri rifugiati da accogliere negli USA Trump avrebbe lavorato di forbici. Nelle ultime ore, infatti, accreditate fonti di stampa americane hanno confermato che in un incontro svoltosi lo scorso fine settimana il Segretario di Stato Rex Leggi tutto.

  • I trafficanti di clandestini adesso puntano sul Mar Nero

    Dopo le rotte balcanica e libica, ormai chiuse, adesso si apre quella del Mar Nero. Aumentano, infatti, gli stranieri che per raggiungere l’Europa, si imbarcano dalla Turchia via mare verso la Romania: 3.000 dall’inizio del 2017 contro i 1.624 del 2016. In maggioranza iracheni, siriani e pachistani. Al borsino dei Leggi tutto.

  • Induriscono Schengen ma aprono all’immigrazione economica

    In Europa sull’immigrazione si respira un’aria nuova. Leggendo il documento varato ieri dalla Commissione Europea scopriamo che, per la prima volta dopo molti anni, non si limita a mettere una pezza, spesso in ritardo, sull’emergenza del momento. Ma guarda avanti con un programma di ampie vedute, riassumibile in cinque punti. 1) Leggi tutto.

  • Dopo Brexit e Trump i left behind scuotono la Germania

    Dopo la vittoria in Inghilterra della Brexit e lo sfondamento di Trump negli USA il mezzo terremoto delle recenti elezioni in Germania conferma che nelle società di punta dell’Occidente industrializzato è in atto quella che Ronald Inghelart e Pippa Norris hanno genialmente definito come una silent revolution on the contrary. Leggi tutto.

  • Cos’è e com’è nata Alternative für Deutschland

    Per la prima volta dalla Seconda Guerra Mondiale, con lo slogan "Germany first", che ricorda da vicino l'"America first" di Donald Trump, un partito di destra entra nel Parlamento tedesco. Alle elezioni politiche di ieri in Germania, l’Alternative für Deutschland (AFD) ha, infatti, conquistato il 12,4% dei voti ed eletto Leggi tutto.