L’ineguagliabile maratoneta con la sindrome di Down

di Angelica Basile - 06.03.2017
L’ineguagliabile maratoneta con la sindrome di Down
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Kayleigh Williamson è diventata da qualche giorno la nuova star di Austin, visto che è stata la prima persona con la sindrome di Down a partecipare alla mezza maratona della capitale texana. La ventiseienne statunitense, infatti, ha concluso il percorso di 13.1 miglia in 6 ore, 22 minuti e 57 secondi. Un ottimo risultato che le ha fatto tagliare il traguardo poco dopo il vincitore, a cui ha comunque rubato la scena. Giunta alla fine, Kayleigh ha improvvisato un balletto e un folto gruppo di persone si è unito a lei per festeggiare. “Sapevo che non avrei mollato fino al termine della corsa e ce l’ho fatta, ho raggiunto il mio obiettivo” – ha dichiarato. Una caparbietà che la accompagna da oltre 3 anni, cioè da quando ha iniziato ad allenarsi duramente nuotando, esercitandosi nel basket con gli Special Olympics e praticando persino la Krav Maga, una delle arti marziali più rinomate.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Questo papà sfata i falsi miti sull’autismo

    Jason Love è un attivista di Los Angeles, teso a smontare gli stereotipi verso l’autismo, come quello che i bimbi affetti siano privi d’inventiva. L’uomo mostra, invece, come il figlio autistico crei scenari immaginari in cui sfogare le sue fantasie. Nel video - infatti - vediamo il bimbo “preparare dei Leggi tutto.

  • Anche se Down e autistica faccio di tutto per salvarla

    “Aiutatela a chiamarmi mamma”. Con queste parole la francese Justine Durmont inizia a raccontare la storia di Ava, la figlia di 4 anni che, caso rarissimo, ha sia la Sindrome di Down che l’autismo. A causa delle quali non ha alcuna autonomia nelle attività quotidiane, non parla e non comunica. Una doppia patologia Leggi tutto.

  • Con la Sindrome di Down è il boss delle marmellate

    Il re delle salse e confetture spalmabili in America è un ragazzo con la Sindrome di Down. Si chiama Nolan Stilwell ed è il fondatore di un brand, Heat Sweet, che da qualche anno sta spopolando in America. Si tratta di sughi e marmellate a base di peperoncino e frutti, Leggi tutto.

  • Per la Cassazione non c’è legame tra vaccino e autismo

    Dalla giurisprudenza italiana arriva un’altra decisione che nega il legame tra vaccino e autismo. Stavolta si tratta della Corte di Cassazione, che ha dichiarato inammissibile il ricorso contro le sentenze di primo grado e d'appello, con le quali era stata rigettata la richiesta di indennizzo presentata dal tutore di un Leggi tutto.

  • Non sono gli antidepressivi in gravidanza a causare l’autismo

    I bambini esposti a antidepressivi durante le gravidanze delle loro madri sembrano avere un rischio leggermente più elevato di sviluppare l’autismo. Ma nel pubblicare le sue scoperte sul British Medical Journal, un team di ricercatori sostiene che questi risultati non dovrebbero causare allarme, poiché le probabilità assolute assolute rimangono molto Leggi tutto.

  • Per i ragazzi autistici americani ora è più divertente andare allo zoo

    Si trova ad Akron il primo zoo completamente autism-friendly dell’Ohio e il secondo in tutti gli Stati Uniti. Dopo la positiva esperienza del bioparco di Birmingham (Alabama), anche questo stato USA, infatti, ha voluto creare un luogo dove permettere ai ragazzi con bisogni speciali di ammirare gli animali di ogni specie. A usufruirne Leggi tutto.

Editoriale