I programmi Tv dell’estate meno adatti ai bambini

di Roberta Lunghini - 20.07.2017

In Italia, tutta la programmazione del mattino di Canale 9 non è adatta ai minori. Con docu-fiction sui crimini più efferati che sviscerano gli istinti più bassi dell'essere umano e le crudeltà più impensabili, fino alle storie di infedeltà di coppia messe in atto con le peggiori meschinità e i più profondi egoismi. Il tutto reso ancora più grave dal fatto che tali cattivi esempi vanno in onda proprio in un periodo in cui i più piccoli sono in vacanza e passano gran parte della giornata davanti al piccolo schermo, spesso senza la supervisione di mamma e papà che sono ancora occupati al lavoro. È netta la bocciatura dell’Osservatorio Tv Moige nel suo report di giugno che stila la classifica delle trasmissioni "in e out" per i bambini e le famiglie. Al secondo e terzo posto tra quelli non adatti troviamo, rispettivamente, il reality “Il Banco dei Pugni” trasmesso da DIMAX e la sit com “How I Met Your Mother” su Fox Comedy. Mentre, ad aggiudicarsi il premio di programma più family friendly è stato il documentario “Stanotte a Venezia” (Rai 1). Seguito dal docureality “I miei vinili” (Sky 1/Sky Arte) e dalla fiction “Tutto può succedere” (Rai 1).

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Aumentano le richieste di aiuto contro i matrimoni forzati

    Mai così tanti bambini in Gran Bretagna hanno chiesto aiuto contro i matrimoni forzati. Il numero delle chiamate alla linea telefonica di assistenza -Childline- sono aumentate del 12% nel 2016/17, rispetto al 2015/16. L'organizzazione inglese NSPCC ricorda come alcune famiglie appartenenti alle minoranze etniche che risiedono Oltremanica usano le vacanze Leggi tutto.

  • Il report che svela l’inferno dei bambini nel coro di Ratisbona

    547 sono i bambini che, tra il 1945 e gli inizi degli anni '90, hanno subito violenze nel coro del Duomo di Ratisbona. A fornire questi numeri è stato l'avvocato Ulrich Weber, incaricato dalla Chiesa di far luce su questa vicenda. Il più antico coro di voci bianche del mondo Leggi tutto.

  • L’autrice di Harry Potter aiuta così i piccoli orfani

    Eliminare la necessità di orfanotrofi e case per l’infanzia nei prossimi vent’anni. È quello che promette la scrittrice J.K. Rowling, «mamma» di Harry Potter. Che ha creato un ente benefico che opera per migliorare le condizioni di vita di piccoli abbandonati e diversamente abili che non ricevono le attenzioni di Leggi tutto.

  • La giustizia tenta di riciclare la vita dei figli dei mafiosi

    Per evitare che le colpe dei papà mafiosi ricadano sui figli, è nato “Liberi di Scegliere”.  È il progetto promosso dal giudice Roberto Di Bella, presidente del tribunale dei minori di Reggio Calabria. L’obiettivo è di prendersi cura degli under-18 con genitori malavitosi, seguirli garantendone l’indipendenza, l’autodeterminazione, l’affrancamento dai princìpi Leggi tutto.

  • Mai più spose bambine come ai tempi di Gangs of New York

    Mai più spose bambine a New York. È stata modificata la legge che nello Stato della Grande Mela dal 1929 consentiva ai minorenni di convolare a nozze. Pratica medioevale che, però, tra il 2000 e il 2010 nella città che non dorme mai ha conosciuto un boom senza precedenti con Leggi tutto.

  • La colpa delle madri rasenta quella del padre orco

    Il papà violenta la figlia e la madre tace. È quello che, secondo un’inchiesta del governo di Berlino, succede in centinaia di famiglie tedesche. La stragrande maggioranza degli abusi sessuali a danno di minori si consuma tragicamente in quello che dovrebbe essere il luogo più sicuro: il nido familiare. Come Leggi tutto.