Piccola Down sfonda nel mondo della pubblicità

di Angelica Basile - 16.06.2016
Piccola Down sfonda nel mondo della pubblicità
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Ha la sindrome di Down la testimonial della nuova campagna di TjMaxx, un marchio di grandi magazzini diffusissimo negli USA. Si chiama Lily e insieme alla sua mamma Natalie è la protagonista di un video in cui viene raccontata la vita quotidiana di una ragazzina davvero speciale. "L'essere Down mi rende unica, e bella" - dice Lily, che affronta tutti i giorni con il sorriso sulle labbra ed i sogni nella testa, come la maggior parte delle sue coetanee. Anzi si stupisce nel vedere spesso la pietà negli occhi delle persone che incontra: "Vorremmo dire alla gente che non deve essere dispiaciuta per noi. La nostra vita è meravigliosa", dice infatti Natalie. Che vede nella figlia vede una grande fonte di ispirazione: "non perde mai la gioia e la sua felicità è contagiosa".

Pubblicato in Sindrome di Down.
Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Anche se Down e autistica faccio di tutto per salvarla

    “Aiutatela a chiamarmi mamma”. Con queste parole la francese Justine Durmont inizia a raccontare la storia di Ava, la figlia di 4 anni che, caso rarissimo, ha sia la Sindrome di Down che l’autismo. A causa delle quali non ha alcuna autonomia nelle attività quotidiane, non parla e non comunica. Una doppia patologia Leggi tutto.

  • Con la Sindrome di Down è il boss delle marmellate

    Il re delle salse e confetture spalmabili in America è un ragazzo con la Sindrome di Down. Si chiama Nolan Stilwell ed è il fondatore di un brand, Heat Sweet, che da qualche anno sta spopolando in America. Si tratta di sughi e marmellate a base di peperoncino e frutti, Leggi tutto.

  • Un originale campo estivo per ragazzi Down

    72 persone Down tra 15 e 40 anni coinvolte, divise in piccoli gruppi di 22 città diverse e 88 chili persi in totale. Sono alcuni dei numeri diffusi dall'AIPD (Associazione Italiana Persone Down) nell'ambito del progetto “Sani e Belli”, che si è appena concluso con un programma di otto settimane Leggi tutto.

  • Persino in Messico lo star system apre ai Down

    Assegnato per la prima volta a un attore Down il più prestigioso riconoscimento cinematografico messicano. A vincere il Premio Ariel, paragonabile ai nostri David di Donatello, è stato Francisco “Paco” de la Fuente, 25enne protagonista del film El Alien y Yo. In cui interpreta un tastierista di un gruppo musicale punk Leggi tutto.

  • L’odissea cinematografica del Down patito del Wrestling

    Un ragazzo Down che scappa dall’istituto in cui vive per rincorrere il sogno di diventare un wrestler. È questa la storia al centro di “The Peanut Butter Falcon”, il nuovo film made in USA di cui è stato da poco annunciato l’inizio delle riprese. Nel cast, anche celebrity hollywoodiane come Dakota Johnson Leggi tutto.

  • L’amore tra due Down ha diritto al lieto fine

    D'ora in avanti niente più ostacoli per i disabili che vorranno convolare a nozze in Spagna. Dove è appena entrata in vigore la riforma del codice civile che elimina una norma discriminatoria in base alla quale chi aveva un handicap mentale, sensoriale o intellettuale era obbligato a presentare una relazione Leggi tutto.