Immigrati senza amici

di Roberta Lunghini - 20.01.2012

In Italia non si placano le polemiche all’indomani dell’ordinanza del Tribunale di Milano che ha dichiarato discriminatorio il requisito della cittadinanza per la partecipazione ai progetti di servizio civile. Al punto che il Ministero dell’integrazione, sollecitato dal mondo dell’associazionismo, ha fatto ricorso contro la sentenza dei giudici del capoluogo lombardo che ha dato ragione a Shahzad Syed, pachistano residente da 15 anni nel nostro Paese, che avrebbe voluto partecipare al bando per il servizio civile. Strano, ma vero. Proprio i protagonisti di tante battaglie e appelli in nome dell’integrazione dei nuovi arrivati sono pronti alle barricate in difesa di un orpello a dir poco anacronistico che non permette di avvalersi dei tanti ragazzi di origine straniera  ben inseriti nella Penisola e che, allo stesso tempo, conoscono meglio di altri le difficoltà dei loro Stati di origine. Capofila di questa levata di scudi la Focsiv – Volontari nel Mondo, che in una recente lettera aperta, chiede a gran voce di ritirare il ricorso del giovane che ha sollevato questo polverone.

Leggi il regolamento del bando nazionale

Pubblicato in Cittadinanza, Volontariato.
Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Come i figli degli immigrati acquisiscono la cittadinanza

    Italia: Le legge n.91 del 5 febbraio 1992 modificando, in parte, la disciplina sulle modalità di concessione della cittadinanza in vigore dal 1912, ha confermato che i figli degli immigrati che nascono nel nostro paese non acquisiscono automaticamente lo status civitatis. Ma solo se lo richiedono tra il diciottesimo e Leggi tutto.

  • Cinque curiosità sugli immigrati regolari in USA

    Negli Stati Uniti, su 44,7 milioni di immigrati, ben 33,8 sono regolari. A rivelare la cifra, il Pew Research Center, che ha evidenziato cinque fatti su questo segmento di stranieri in occasione della maxi riforma sull’immigrazione cui il Presidente Trump ha dato il via nelle ultime ore. 1) Ogni anno, un Leggi tutto.

  • Negli USA anche se non sai l’inglese ti danno la cittadinanza

    Più del 30% dei cittadini americani di origine immigrata non sa né leggere né scrivere in inglese. Cosa che spesso ne ostacola il processo di integrazione sociale ed economica. È quanto emerge dall’ultimo  rapporto del Center for Immigration Studies. Che, analizzando le competenze linguistiche di un vasto campione di stranieri che hanno Leggi tutto.

  • Il piano May contro gli immigrati, italiani compresi

    Mentre l’Italia si divide sulla concessione della cittadinanza ai figli degli immigrati, l’Inghilterra, invece, pensa di usare le forbici. Anche con gli emigrati italiani. E’ questo il salatissimo prezzo che la perfida Albione, dopo Brexit, punta a far pagare ai nostri connazionali e ai tanti cittadini UE residenti Oltremanica. La Leggi tutto.

  • Non amare gli immigrati è legittimo, prendersela con i bambini no

    In democrazia litigare per errore è sempre sbagliato. Perché, come ad esempio è accaduto in questi giorni per la modifica delle norme sulla cittadinanza ai figli degli immigrati, anziché far capire al comune cittadino cosa si discute e come stanno le cose, si finisce solo per confonderlo ed allarmarlo. Un Leggi tutto.

  • È ufficiale, le culle vuote non le riempiono gli immigrati

    La popolazione italiana continua a diminuire. Dopo lo storico calo registrato lo scorso anno, l’Istat torna a certificare un nuovo decremento. Il totale nel 2016 si attesta a 60.589.445 persone (di cui oltre 5 milioni di origine straniera), con un saldo negativo, per 76.106 unità, determinato dalla flessione del numero Leggi tutto.