Aumentano i lavoratori immigrati in Italia

di Roberta Lunghini - 16.07.2015

Tra il 2013 e il 2014, in Italia, il numero degli occupati stranieri è aumentato sensibilmente: +111.000 (+44.600 comunitari e +66.680 extra UE). Di contro, tra i nativi, si è registrata una diminuzione di circa 23.000 unità. C’è da dire, però, che il tasso di occupazione dei lavoratori immigrati, pur mantenendosi al di sopra di quello degli autoctoni, ha conosciuto una costante contrazione: dal 2010 al 2014 nel caso dei cittadini comunitari è calato di 5,5 punti (68,1% nel 2010 a fronte del 62,6% del 2014) e di 4,1 punti (dal 60,8% al 56,7%) per quelli extracomunitari. In ogni caso, come messo in evidenza dal Quinto Rapporto annuale sul tema presentato dal Ministero del welfare, sono ancora gli stranieri a garantire la tenuta dell’occupazione in alcuni comparti. In particolare, il Commercio e l’Agricoltura. Mentre, nelle Costruzioni la perdita di posti di lavoro continua ad interessare sia gli italiani (-2,6% rispetto al 2013) che gli UE (-2,4%) e gli extra UE (-19,6%).

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Zuckerberg spaventa Trump e i falchi anti-immigrati

    A complicare la vita di Trump, come se non bastassero i tanti guai che ha, torna, e non è la prima volta, quello dell’immigrazione. Scade oggi infatti l’ultimatum lanciato dai governatori conservatori di molti stati per la cancellazione, promessa e ripromessa in campagna elettorale dall’inquilino della Casa Bianca prima di Leggi tutto.

  • Quei settori ormai in mano agli imprenditori immigrati

    In Italia, ci sono settori che sono quasi completamente nelle mani degli immigrati. Sono in tutto 17 e ai primi posti troviamo gli ambulanti nella bigiotteria e nel tessile, poi la vendita online, la preparazione di indirizzari e le spedizioni di propaganda, tappeti, internet point, vendita porta a porta, traduzioni Leggi tutto.

  • Anche in Svizzera l’immigrazione divide economia e società

    La Svizzera rischia di pagare a caro prezzo la stretta sull’immigrazione messa in atto negli ultimi anni. A lanciare l’allarme è il colosso bancario UBS con un dettagliatissimo report che intravede nel futuro prossimo venturo del paese, complice anche il calo demografico, mezzo milione di posti di lavoro vacanti per Leggi tutto.

  • La seconda generazione è una piaga dell’immigrazione

    Boom di disoccupati tra i figli degli immigrati magrebini in Francia. Rispetto agli autoctoni, le seconde generazioni di nordafricani, a dieci anni dalla Maturità, fanno registrare un tasso di disoccupazione pari al doppio. Una disparità tra i giovani francesi doc e quelli di origine straniera che si rileva anche fra Leggi tutto.

  • Quanti sono gli infermieri stranieri in Italia

    In Italia, ci sono 37.500 infermieri di origine straniera. In tutto, i professionisti sanitari immigrati nel nostro Paese sono circa 62.000 e includono, oltre ai paramedici, anche 18.000 medici, 2.500 farmacisti; 3.500 fisioterapisti e 500 psicologi. La maggior parte di loro lavora nelle strutture private a causa dell’impedimento della partecipazione Leggi tutto.

  • Quanti sono gli imprenditori immigrati in Italia

    Gli imprenditori immigrati in Italia sono in continuo aumento e hanno ormai raggiunto quota 575mila. Pari al 9,5% del totale nazionale. Pur se in lieve rallentamento rispetto al recente passato, nel primo trimestre dell’anno, il bilancio tra aperture e chiusure di imprese guidate da stranieri ha fatto segnare un saldo Leggi tutto.