A Hollywood le quote rosa sono in difficoltà

di Claudia Moschi - 23.01.2013

Hollywood è piena di attrici belle e talentuose e registe capaci di grandi film eppure i dati presentati dal Center for the study of women in television and film ha dimostrato che il loro ruolo è soffocato da un maschilismo imperante. Le registe sono solo il 18% dell'organico esecutivo del cinema americano e sono sempre più escluse dai grandi blockbuster, relegate a produrre e dirigere film di genere e documentari. Le sceneggiatrici sono solo il 15% mentre le produttrici sono arrivate a malapena a punte del 25%. Sempre più escluse anche dalle premiazioni più importanti, sebbene riescano a resistere piuttosto bene nelle rassegne alternative e indipendenti.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Un premio per le coraggiose imprenditrici italiane

    Sono aperte le iscrizioni al Premio GammaDonna. Il solo concorso italiano che mette in luce la capacità imprenditoriale innovativa di donne e giovani all'interno di un evento unico nel suo genere: il Forum Nazionale dell'Imprenditoria Femminile e Giovanile, GammaForum. Ovvero l’evento in grado di riunire tutti gli attori principali del Leggi tutto.

  • Un cervello in fuga spiega perché non è in fuga

    Su Internet mi ero fatta l’idea che avrei incontrato una di quelle donne che sanno il fatto loro. In effetti, quando in un giorno di raro caldo brussellese, mi sono trovata vis-à-vis con Valeria Ronzitti, Segretaria Generale del CEEP, ne ho avuto conferma. Nel nostro incontro, svoltosi quasi in contemporanea con Leggi tutto.

  • Con un lavoro autonomo sfuggono dal padrone carnefice

    Spesso le vittime di violenza sono economicamente dipendenti dal loro carnefice. Per questo il nuovissimo incubatore di start-up Led by Her incoraggia l’imprenditoria femminile di questa speciale categoria di donne abusate. Uno strumento di emancipazione per evitare loro la doppia pena di  sbarcare il lunario grazie chi le ha vessate. Leggi tutto.

  • Anche tra le donne i primati cinesi sono inarrestabili

    Sono cinesi le imprenditrici più ricche al mondo. Nella top list internazionale delle businesswoman con un patrimonio a nove zeri 56 arrivano dal Celeste impero, 15 dagli USA e 8 dal Regno Unito. In vetta a questa speciale classifica stilata dal colosso della ricerca Hurun, troviamo la signora Chen Lihua, Leggi tutto.

  • In Europa solo un manager su tre è donna

    Nell'Unione europea solo un manager ogni tre è donna e la media della sua remunerazione è inferiore di circa 1/4 rispetto a quella di un uomo. Il dato risulta da una elaborazione pubblicata da Eurostat in occasione dell'8 Marzo. Secondo l'Ufficio statistico dell'UE, negli Stati Membri i manager sono circa Leggi tutto.

  • I giovani che fanno impresa in Italia

    In Italia, le imprese gestite da under 35 sono 534 mila. Di queste oltre 25 mila sono a Milano. Dove, in 5 anni, il loro numero è cresciuto di circa 200 unità (+1%). Molto significativo il contributo dato dalle donne: +1,4% le giovani imprenditrici in un anno, +6% in un Leggi tutto.

Editoriale