A chi non è vietato toccare le statue di Michelangelo

di Stefania Leone - 16.09.2014
A chi non è vietato toccare le statue di Michelangelo
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Non è una mostra come tutte le altre, quella ospitata da quest’estate presso i Musei Capitolini a Roma. Intensa spiritualità e grande arte sono al centro di “Michelangelo. Incontrare un artista universale”. Oltre 150 opere e una novità di rilievo: con alcune di esse stavolta è stato realizzato un vero e proprio percorso tattile con sculture da toccare.

L’associazione Museum, che da tempo opera nel settore dei musei con progetti di arte accessibile, ha organizzato la visita tattile alla mostra su Michelangelo con la collaborazione di guide volontarie esperte e con il patrocinio del Comune di Roma. Sono presenti alcune delle più belle sculture dell'artista, e stavolta c’è la possibilità, solo per i disabili visivi, di toccarle indossando dei guanti in lattice.

La maggior parte delle opere è originale, altre sono riproduzioni a grandezza naturale, dunque un patrimonio artistico meraviglioso esplorabile con le mani, potendo sentire con precisione i particolari della rappresentazione anatomica e potendone cogliere appieno le differenze tra i diversi materiali quali marmo, bronzo e gesso.

Segnaliamo per esempio la presenza del David, il cui originale si trova a Firenze presso l’Accademia, poiché la statua in piazza della Signoria è una copia per motivi di sicurezza. L’altezza complessiva supera i 5 metri, è quindi esplorabile solo fino al ginocchio, ma è poi possibile toccare una riproduzione della testa a grandezza naturale in marmo.

Nel percorso della mostra sono compresi anche due bellissimi e istruttivi plastici, realizzati nel laboratorio del Museo tattile “Borges” di Catania. Sono la Piazza del Campidoglio, comprensiva dei Palazzi che la circondano realizzati anche da Michelangelo e Piazza San Pietro, con il colonnato di Bernini, la Basilica ed il famoso Cupolone progettato da Michelangelo. Un plastico analogo è presente al Museo Tattile Omero di Ancona, ma è più piccolo e quindi meno dettagliato.

È una grande emozione poter verificare e recuperare, tramite le mani, la memoria di immagini che il tempo ha sbiadito. A maggior ragione ciò vale per chi è cieco dalla nascita, ma anche coloro che vedono possono apprezzare particolari e proporzioni che spesso sfuggono all’occhio.

Da notare che Roma batte New York su accessibilità dell’arte: ad esempio il MOMA (Museum Of Modern Art) non propone nulla di specifico per non vedenti, non esistono percorsi tattili ed è vietato toccare anche le statue nei giardini del Museo. Infine, riteniamo che saranno apprezzate anche dai più scettici le riproduzioni in bassorilievo della nascita di Adamo e della nascita di Eva, particolari della Cappella Sistina altrimenti assolutamente inarrivabili, realizzate sempre a Catania, che resteranno come il resto delle opere a Roma fino al 20 settembre, e dopo tale data torneranno a casa. Consigliamo una visita al più presto.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • In Romania i disabili hanno una spiaggia solo per loro

    La città costiera di Constanza, in Romania, diventerà la prima in Europa a ospitare una spiaggia organizzata solo per disabili. Il parco terapeutico, costruito su una superficie di 22.000 mq, sarà dotato di rampe di accesso, aree attrezzate dove prendere il sole, un giardino sensoriale rilassante, un percorso di stimolazione visiva Leggi tutto.

  • Sono i disabili ma non la coca a fare notizia in Colombia

    Inaugurato a Bogotà il primo bar per sordi della Colombia. Si chiama Sin palabras Café sordo ed è stato fondato da tre amiche sensibili alle esigenze di chi, a differenza loro, non è udente. Gli impiegati sono esclusivamente ragazze e ragazzi con seri problemi di udito. Il menù è scritto adottando un alfabeto Leggi tutto.

  • Quanti non vedenti ci sono nel mondo

    36 milioni di persone con deficit visivi in tutto il mondo. Questa è la cifra aggiornata al 2015 secondo uno studio appena pubblicato sulla rivista The Lancet. A livello mondiale i tassi di moderata e grave disabilità visiva si sono notevolmente ridotti, grazie al miglioramento delle condizioni di vita, a Leggi tutto.

  • Cresce il mercato mondiale del Braille

    Il mercato mondiale della stampa tattile è in continua espansione. Secondo un recente studio a cura di Credence Research, entro il 2025, potrebbe aumentare ancora del 4,5%. Si tratta di un settore il cui valore, nel 2016, è stato stimato pari a $1.250 milioni. A dominare è il Nord America, Leggi tutto.

  • Così funziona il bike sharing per disabili

    È Portland la prima città americana ad essersi dotata di un servizio di bike sharing per disabili. Si chiama “Adaptive Biketown”. Sponsorizzato da Nike è un programma che permette di affittare e utilizzare biciclette speciali a meno di $5 l'ora. Ogni mezzo è adattato alle necessità di questi abbonati speciali: Leggi tutto.

  • Lo sport rallenta la sclerosi multipla

    Gli esercizi che allenano la resistenza rallentano la progressione della sclerosi multipla e hanno persino dei benefici sul decadimento cerebrale. Uno studio pubblicato sul Journal of Multiple Sclerosis mostra, per la prima volta, che l'attività fisica può fermare la progressione della malattia neurologica. I pazienti affetti da sclerosi multipla vengono Leggi tutto.