Super banca dati per svelare i misteri dell’autismo

di Giacomo Alfiero - 22.03.2016
Super banca dati per svelare i misteri dell’autismo
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Da oggi c’è un formidabile strumento in più per studiare e riconoscere precocemente l’autismo. È stata infatti inaugurata a Brisbane la prima banca biologica australiana che si occuperà di conservare e mettere a disposizione degli esperti migliaia di campioni organici come sangue, capelli e saliva di persone con disturbi dello spettro autistico. L’obiettivo è quello di aiutare la ricerca a ricostruire l’“identikit” della malattia per poi riconoscerla attraverso precisi segnali visibili sin dalla nascita. Consentendo così trattamenti adeguati già durante la prima infanzia. Ma non solo: la gigantesca quantità di dati potrebbe anche rivelarsi utile per comprendere e curare le cause del disturbo. È per questo che sono centinaia le famiglie di ragazzi autistici che si sono già attivate per contribuire alla costruzione di questo enorme archivio biologico, i cui freezer contengono già oltre 5000 campioni.