Studenti inventano l’impermeabile-tenda per i rifugiati

di Beatrice Credi - 26.01.2016
Studenti inventano l’impermeabile-tenda per i rifugiati
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

È un cappotto che diventa tenda o sacco a pelo. Ed è destinato ai rifugiati sfollati in tutta Europa. Un’idea, ancora in fase embrionale, di alcuni studenti del Royal College of Art di Londra. Che, in collaborazione con una nota marca di abbigliamento, hanno progettato questo originale e utile impermeabile. Descrivendo la loro creazione come “dimora multifunzionale da indossare”, il team è venuto prima in contatto con l’esperienza dei richiedenti asilo tramite Medici Senza Frontiere. La giacca è dotata di un cappuccio e grandi tasche per la conservazione di documenti e oggetti personali. È leggera ma resistente a vento e pioggia. Nascoste lungo la cucitura posteriore ci sono, inoltre, parti di plastica, simili a quelle utilizzate negli aquiloni, che aiutano a sostenere la tenda. Come sacco a pelo, infine, è in grado di ospitare comodamente un adulto e un bambino. Per supportare finanziariamente il progetto è possibile fare donazioni dall’apposita pagina Kickstarter.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • I giudici europei dicono no ai trucchetti sull’immigrazione

    La Corte di Giustizia UE ha lasciato a bocca asciutta i “furbetti dell’immigrazione” di casa nostra, chiarendo ancora una volta che i problemi di questa materia non si risolvono con i trucchetti. I giudici di Lussemburgo, infatti, intervenendo su due degli aspetti più spinosi del diritto d’asilo europeo hanno stabilito: Leggi tutto.

  • Linee guida per la cura degli immigrati che sbarcano in Italia

    Pubblicate le linee guida per la cura degli immigrati che sbarcano in Italia. Si tratta di un contributo scientifico a livello europeo sviluppato dall’INMP (Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà), in collaborazione con l’ISS (Istituto Superiore di Sanità). Leggi tutto.

  • Storico calo dei richiedenti asilo in Svizzera

    Crollano le richieste d’asilo in Svizzera. A certificarlo in una nota l’Agenzia elvetica per la migrazione. Che dall’inizio del 2017 ha ricevuto appena 9.123 domande: la cifra più bassa da sette anni a questa parte. I principali Paesi di provenienza sono stati Eritrea, Siria, Afghanistan, Somalia e Sri Lanka. Un dato in Leggi tutto.

  • Quanti sono i Comuni italiani che accolgono gli immigrati

    “Ancora oggi meno del 50% del totale dei comuni italiani accoglie gli immigrati”. È quanto riferito dal Ministro dell’interno nel corso del question time che si è tenuto ieri alla Camera dei Deputati. Nel corso del quale è emerso che si tratta di appena 3.153 realtà locali che danno o Leggi tutto.

  • È triste abbandonare lo ius soli e continuare a ricevere i barconi

    Il retrofront del governo sullo ius soli, è il dazio che paghiamo all’irrisolta emergenza immigrazione sul Mediterraneo. Come dire al danno, la beffa. La sconfitta degli onesti contro i disonesti. Rinunciamo a un provvedimento-modernizzatore atto a snellire le modalità di concessione della cittadinanza ai figli degli immigrati regolari, nati e Leggi tutto.

  • Dietro gli sbarchi c’è un convitato di pietra

    All’ombra dell’aggressione migratoria che da settimane si consuma ai danni dell’Italia si agita un convitato di pietra. Di cui pochi parlano e, ancor meno, conoscono. L’Africa. Meglio, l’Africa sub sahariana. Una sconfinata linea d’ombra formata da ben 48 stati, alcuni dei quali da tempo falliti, che dai confini meridionali del Maghreb Leggi tutto.