Senza Facebook siamo tutti più felici

di Angelica Basile - 25.11.2016
Senza Facebook siamo tutti più felici
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Prendersi un break dai social network può davvero renderci più felici. A dirlo, uno studio dell’Università di Copenhagen, condotto su un campione di oltre 1000 persone, che sono state divise in due gruppi. Agli appartenenti del primo è stato chiesto di non effettuare l’accesso a Facebook per una settimana (l’87% è riuscito a farlo), al secondo di continuare la normale attività sulla rete. Alla fine dell’esperimento chi ha affrontato la social-disintossicazione ha riscontrato un livello molto più alto di serenità rispetto all’altro gruppo. Non solo trascorrendo i 7 giorni col sorriso sulle labbra, ma vedendo crescere di misura anche la soddisfazione personale legata alla propria vita. In particolare, gli interessati sono tornati ad apprezzare lavoro ed affetti. Il ché ha permesso agli autori dello studio di confermare quello che da tempo si sosteneva e cioè che mostrare il proprio quotidiano sui vari profili online generi una forte ansia di piacere al prossimo, responsabile di un malessere spesso latente ma molto diffuso.

Pubblicato in Salute in cifre.
Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Regole ferree e nuove tecnologie non frenano le morti stradali

    Storico aumento a livello mondiale delle morti accidentali. Soprattutto su strada: +10% negli ultimi quindici anni. È quanto riportato in un maxi studio al centro del libro “Careful: A User’s Guide to Our Injury-Prone Minds” di Steve Casner. Secondo il quale, il principale responsabile di questa regressione della sicurezza stradale è la Leggi tutto.

  • Sui vaccini gli olandesi rischiano di fare la fine dell’Italia

    Per il terzo anno consecutivo diminuisce il numero di bambini e neonati che nei Paesi Bassi ha ricevuto le vaccinazioni standard. Il calo è stato di un ulteriore 0,5% su base annuale. A lanciare l'allarme sono le autorità sanitarie che paventano il rischio di un focolaio di morbillo se, come Leggi tutto.

  • Se non sono i genitori è la legge a vietare loro la chirurgia estetica

    Vietare agli under-18 gli interventi di chirurgia estetica. Il severo monito arriva dal Consiglio di bioetica inglese allarmato dal boom di operazioni, per futili motivi, persino su minori di appena 8 anni. Una moda causata da almeno tre fattori. Il primo, i videogiochi e le app come Plastic Surgery Princess che, Leggi tutto.

  • Sono bellissime ma rischiano più delle altre l’endometriosi

    Le donne alte e magre sono più esposte al rischio endometriosi, che causa una crescita anomala dell’endometrio fuori dall’utero. È quanto sostiene uno studio, appena pubblicato sulla rivista Human Reproduction, condotto da un team di ricercatori americani e francesi. Secondo i quali rispetto alle donne che hanno un’altezza pari o inferiore a 158 Leggi tutto.

  • La Corte UE dice la sua sui danni da vaccino

    Mentre l’Italia è alle prese con il decreto del Governo sull'obbligo vaccinale la Corte UE ha decretato che non è indispensabile la certezza scientifica per provare che una malattia sia stata causata da un vaccino. In mancanza, infatti, di consenso scientifico, il difetto di un vaccino e il nesso di Leggi tutto.

  • Troppi bambini vittime delle armi in casa

    Gli incidenti da arma da fuoco uccidono circa 1.300 giovanissimi l’anno negli Stati Uniti. Sono i dati appena diffusi da un rapporto  pubblicato nella rivista Pediatrics. Dal quale emerge che si tratta per la maggior parte di maschi, neri, tra i 13 e i 17 anni, che perdono la vita troppo presto Leggi tutto.