Quanti richiedenti asilo sono arrivati in Italia nel 2015

di Roberta Lunghini - 29.01.2016
Quanti richiedenti asilo sono arrivati in Italia nel 2015
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Nel 2015, sono stati 153.842 i richiedenti asilo sbarcati sulle coste italiane. Una cifra in diminuzione rispetto ai 170.000 registrati nell’anno precedente. Per la maggior parte provengono da Eritrea e Nigeria. Insieme queste due nazionalità sfiorano il 40% del totale, pari a oltre 50.000 persone. A seguire, i profughi provenienti dalla Somalia (12.176), dal Sudan (8.909), dal Gambia (8.123) e dalla Siria (7.444). Un po’ più in basso in questa particolare classifica, quelli originari del Mali (5.752), del Senegal (5.751), del Bangladesh (5.039) e del Marocco (4.486).

I dati sono stati diffusi dall’Emilia-Romagna, nel rendere noto anche che per quanto riguarda questa regione, la percentuale di accoglienza si è mantenuta sul 6% complessivo. Con un aumento di circa 3.000 presenze per quanto riguarda le strutture temporanee: in media 250 persone in più ogni mese.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Dove i rifugiati non si girano i pollici ma lavorano

    Sull’integrazione lavorativa dei rifugiati, la Danimarca fa scuola.  Visto che, rispetto all’anno precedente, nel 2016 è addirittura raddoppiato il numero di profughi di età compresa tra 18 e 59 anni con un contratto di lavoro. Tanto che oggi a livello nazionale il tasso di occupazione dei rifugiati supera il 15%. Leggi tutto.

  • Google e UNHCR raccontano la Siria prima della guerra

    Tutto quello che volete sapere sulla Siria in un sito web ricchissimo di informazioni. Si chiama Searching for Syria ed è stato lanciato da Google e l’UNHCR per soddisfare la curiosità e chiarire i dubbi della stragrande maggioranza degli internauti confusi dalle migliaia di notizie, informazioni frammentarie e falsi miti Leggi tutto.

  • L’esperto USA spiega perché è ok l’accordo UE-Turchia sui rifugiati

    L’accordo Ue-Turchia è un modello di riferimento per fronteggiare l'emergenza profughi. Ne è convinto Michael S. Teitelbaum, editorialista di Foreign Affairs, ricercatore dell’Harvard Law School e già vice-presidente della Commissione parlamentare  per la riforma dell’immigrazione americana. D. Sull’ultimo numero di  Foreign Affairs lei ha sostenuto che lo strumento più efficace per Leggi tutto.

  • Lo Stato non deve delegare la politica dell’immigrazione alle Ong

    La Commissione Difesa del Senato ha approvato all’unanimità e presentato ieri i risultati di un'indagine conoscitiva sulle operazione di soccorso delle Ong nel Mediterraneo. Abbiamo chiesto un parere al Prof. Marco Lombardi dell’Università Cattolica di Milano. Domanda: Qual è la tua opinione sulle conclusioni della Commissione Difesa del Senato? Risposta: Vanno nella Leggi tutto.

  • Gli immigrati arrivati in Italia nel primo quadrimestre 2017

    Nel primo quadrimestre 2017, il numero degli immigrati giunti sulle coste italiane ha raggiunto quota 37.200. Il 33% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Basti pensare che solo ad aprile sono stati registrati 12.900 arrivi, il 19% in più rispetto a marzo. Sono i dati appena diffusi dall’agenzia Leggi tutto.

  • I trafficanti per portarci i bengalesi lasciano i siriani a casa

    Scoprire oggi che non sono siriani e neppure africani ma bengalesi i clandestini più numerosi ad approdare sulle nostre coste dà, meglio di tante parole, la dimensione dell’enormità del fenomeno in atto nelle acque del Mediterraneo. Secondo un reportage del giornale inglese The Independent, infatti, la maggioranza dei 40 mila migranti Leggi tutto.