Freud va bene, ma…

di Beatrice Credi - 09.03.2012

La psicoanalisi non serve a curare l’autismo. Costringendo Freud a rivoltarsi nella tomba, l’Alta Autorità Francese per la Salute, nel suo ultimo rapporto, ha bocciato, senza mezzi termini, questa via indicata dal grande Maestro. Almeno su questo fronte. Un giudizio tanto severo, quanto giustificato da un’innegabile evidenza. Infatti, a 30 anni dalle prime sperimentazioni, nessuna risultanza scientifica è stata in grado di confermare che la psicoanalisi è in grado di venire a capo di quello che tecnicamente viene definito Disturbo dello Spettro Autistico. Che causa in chi ne soffre una grave tendenza all’asocialità e all’incapacità di interagire con il mondo esterno. Di qui il forte richiamo degli esperti di Parigi nei confronti dei tanti psicoanalisti che promettono ai familiari dei pazienti una pronta, quanto impossibile guarigione.  Inutile dire che questo scontro all’interno della comunità scientifica ha destato un vespaio di polemiche. Ormai, però, il dato è tratto.