Laureati più disoccupati

di Roberta Lunghini - 11.06.2012

In Italia, il 71,5% di chi si è laureato nel 2007, risultava occupato nel 2011. Mentre il 15,2% di loro era ancora in cerca di lavoro. La situazione, inoltre, risultava più critica tra le donne. E’ quanto emerge da un recente rapporto dell’Istat, che segnala una diminuzione di occupati rispetto alla precedente indagine sul tema. Nel 2007, infatti, tale percentuale riferita a chi aveva ottenuto la laurea nel 2003, era leggermente più alta: 73,2%.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Tutte le novità del nuovo bando Intercultura

    Sono 2.100 i posti messi a disposizione dal nuovo bando di Intercultura. Che dà la possibilità ai ragazzi italiani, nati tra il 1 luglio 2000 e il 31 agosto 2003, di trascorrere un intero anno scolastico, un semestre, un trimestre, un bimestre o 4 settimane estive in 65 Paesi di Leggi tutto.

  • Quanti giovani partiranno per l’Erasmus+

    Pubblicata la graduatoria della seconda scadenza del 2017 del programma Erasmus+ capitolo Gioventù. In particolare, sono stati approvati 143 progetti di scambi di giovani, mobilità di operatori giovanili, volontariato europeo, dialogo strutturato (ovvero confronto tra nuove generazioni e decisori politici), per un totale di €4 milioni. Complessivamente nel primo semestre Leggi tutto.

  • Se il cliente ha l’Alzheimer sono grattacapi per il notaio

    Cresce la preoccupazione dei notai francesi di avere a che fare con clienti colpiti da demenza e Alzheimer. Perché non sempre sono in grado di capire se la patologia compromette le loro capacità decisionali. A dirlo, un rapporto congiunto della Fondation Médéric Alzheimer e del Consiglio Nazionale del Notariato d'Oltralpe. Dal Leggi tutto.

  • Record di aspiranti studenti in Medicina

    Quest’anno, in Italia, i candidati al test di ammissione a Medicina sono quasi 67 mila. In considerevole aumento rispetto ai 62.694 del 2016. Ma i posti disponibili sono solo 9.100. Lo fa sapere il MIUR, nel rendere noto che le iscrizioni sono ormai chiuse per tutte le prove dei corsi Leggi tutto.

  • Rinunciano alle vacanze pur di fare un tirocinio in Cina

    Sempre più ragazzi italiani rinunciano alle vacanze per fare un tirocinio all’estero. Ben il 72% di loro, infatti, sarebbe disposto a barattare un’estate all’insegna del divertimento con delle esperienze formative in giro per il mondo. Le ragioni? Perché sono importanti per il proprio futuro lavorativo (81%) e permettono di sviluppare Leggi tutto.

  • La Spagna rilancia il curriculum anonimo

    Il Governo spagnolo rilancia il curriculum anonimo per lottare contro le discriminazioni. La sperimentazione è frutto di un protocollo firmato dall'esecutivo di Madrid con 78 aziende volontarie che si impegneranno ad assumere i loro dipendenti tramite CV anonimi: senza cognome, nome, età, sesso, data e luogo di nascita, nazionalità, fotografia. Leggi tutto.