I danni dell’inquinamento sui bambini

di Roberta Lunghini - 26.04.2017
I danni dell’inquinamento sui bambini
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

In Italia, lo smog è causa del 33% delle malattie respiratorie nei bambini sotto i 5 anni. Il crescente inquinamento atmosferico, infatti, ha portato, negli ultimi 10 anni, a un aumento di queste patologie infantili. E in alcune regioni del Nord è stato registrato un incremento fino al 15%. È per questo che la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) e l’Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili (ANTER) hanno siglato un Protocollo con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sul tema della salvaguardia dell’ambiente e, di conseguenza, anche della salute. Il documento, che diventerà operativo nelle prossime settimane, è stato presentato ai delegati riuniti a Sorrento per il 43° Congresso Nazionale Sindacale FIMP che si è svolto a Sorrento dal 22 al 25 aprile. Durante l’evento sono state anche discusse le strategie di coinvolgimento delle Istituzioni in vista dell’edizione 2017 di Salviamo Il Respiro della Terra, che si terrà in concomitanza del prossimo G7 Ambiente di Bologna (10-11 giugno).

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Con Instagram rompono il silenzio sul trauma dell’aborto

    Creare uno spazio dove le donne che hanno affrontato un aborto spontaneo possano condividere la loro esperienza. Rompendo, così, il silenzio che spesso accompagna questo tipo di evento traumatico. È con questo obiettivo che Jessica Zucker, psicologa statunitense, ha dato vita a “Ihadamiscarriage”, una pagina Instagram che raccoglie e racconta Leggi tutto.

  • Sulle malattie rare nessuno batte l’Italia

    L’Italia è un’eccellenza a livello europeo per quanto riguarda la cura delle malattie rare. Con il maggior numero di Centri di riferimento nei network che riuniscono le strutture di expertise per patologie rare e complesse (ERN - European Reference Networks): 189 su un totale di 942 (il 20% circa). Anche Leggi tutto.

  • Abiti robotizzati al posto della fisioterapia dopo un ictus

    Vestiti robotizzati leggeri per aiutare i pazienti a camminare dopo un ictus. Spesso, infatti, questo provoca paralisi parziale in diverse parti del corpo, principalmente le gambe. Molti sopravvissuti utilizzano bastoni per camminare, ma la mobilità rimane molto limitata. Ora, i nuovi prototipi svelati dall'Università di Harvard dimostrano come le tecnologie Leggi tutto.

  • Non neghiamo la cannabis ai malati di sclerosi multipla

    Le persone con sclerosi multipla nel Regno Unito dovrebbero essere autorizzate a utilizzare legalmente la cannabis per alleviare i loro sintomi. Secondo un rapporto della MS Society 1 paziente su 10 in questa situazione soffre una condizione il cui dolore non può essere trattato con i farmaci attualmente messi a Leggi tutto.

  • Pet-therapy negli aeroporti di Milano per ridurre lo stress

    Pet therapy negli aeroporti di Milano per rilassare grandi e piccoli prima della partenza. È questa l’iniziativa lanciata dal gruppo SEA insieme all’associazione Amici Terapeuti Onlus. Per tutta l'estate, infatti, nelle aree di imbarco di Linate e Malpensa, piccoli amici a quattro zampe renderanno speciale l’attesa dei passeggeri prima dell’imbarco. Leggi tutto.

  • La nuova frontiera per la somministrazione dei farmaci

    Questo piccolo robot magnetico nuota attraverso liquidi più viscosi, come il sangue, per somministrare medicine. Tianlong Li dell'Istituto di Tecnologia di Harbin in Cina e i suoi colleghi lo hanno costruito imitando proprio il movimento umano nell’acqua. Ogni nano-nuotatore è lungo 5 micrometri e presenta tre parti principali, collegate insieme Leggi tutto.