Anche investire sui disabili è responsabilità sociale d’impresa

di Ivano Abbadessa - 21.03.2016
Anche investire sui disabili è responsabilità sociale d’impresa
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Sensibilizzare e incoraggiare gli investimenti socialmente responsabili in favore dell’inclusione dei disabili. È questo l’obiettivo della guida appena elaborata dal Comitato spagnolo dei rappresentanti delle persone con disabilità (CERMI), grazie al sostegno finanziario del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale. Rivolto agli imprenditori che vogliono investire nella responsabilità sociale, il documento mette in risalto i vantaggi, anche in termini di immagine per l’azienda, che possono derivare da un impegno finanziario rivolto a progetti che riguardano portatori di handicap.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Consigli per la Maturità di una ragazza pagella d’oro

    Carlota Monedero ha appena superato a pieni voti la Maturità e sa già cosa fare da grande: dedicarsi alla ricerca scientifica per aiutare le persone come lei. A questa giovane diciottenne spagnola è stata diagnosticata la sindrome di Marfan. Una malattia rara che le causa problemi al cuore, alla vista, Leggi tutto.

  • Ora anche i bimbi sordi possono parlare con Minni e Topolino

    Minni e Topolino comunicano in lingua dei segni con un bambino sordo. Una vera e propria sorpresa per il piccolo e la sua famiglia, ospiti della festa annuale che la Olive Crest, non-profit americana che si occupa di adozioni e tutela dei minori, organizza presso il parco giochi più amato Leggi tutto.

  • Bando per le migliori buone pratiche sull’accessibilità

    Sono aperte le candidature per lo Zero Project 2018. Il concorso che da anni premia le migliori soluzioni replicabili e innovative per i problemi che affrontano i disabili, aumentando la consapevolezza del pubblico, stimolando il cambiamento e agendo come catalizzatore per un mondo senza barriere. Quest'anno il tema è l'accessibilità Leggi tutto.

  • I 500 anni della lingua dei segni spagnola

    La lingua dei segni è una lingua viva, con una sua storia che è stata parte della vita di migliaia di uomini e donne sorde nel corso dei secoli. Per questo la Biblioteca Nazionale di Madrid in collaborazione con la Confederazione spagnola dei non udenti ha presentato la mostra “Manos Leggi tutto.

  • Non volevo più le orecchie di Minnie per andare a cena

    Quando 22 anni fa Loreto è venuta al mondo aveva solo l’orecchio destro. E la madre, tenuta all’oscuro del problema al momento del parto, si rese conto del grave handicap fisico della figlia solo quando l’abbracciò per la prima volta uscendo dalla sala operatoria. La piccola era affetta da microtia. Leggi tutto.

  • 5 alpinisti ciechi conquistano la vetta più alta della Norvegia

    Cinque alpinisti spagnoli non vedenti si stanno preparando a scalare il Galdhøpiggen, la montagna che con i suoi 2.469 m s.l.m. è la cima più alta della Norvegia, nonché di tutto il Nord Europa. L'impresa, unica nel suo genere, si terrà tra il primo e il 5 giugno. La spedizione Leggi tutto.