Blue Whale più pericoloso dei selfie estremi

di Annalisa Lista - 22.05.2017
Blue Whale più pericoloso dei selfie estremi
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

L’ultimo pericolo gioco online che corre tra i teenager si chiama Blue Whale. Una moda che viene dalla Russia e che, sulla falsariga del vecchio Neknomination, consiste nell’invitare un utente sui social network a compiere, per 50 giorni, sfide di resistenza sempre più pericolose. Come guardare film di paura per 24 ore, ascoltare musica violenta a tutto volume, autolesionarsi con aghi, coltelli e arnesi pericolosi, fino ad arrivare a un ultimo “coraggioso” gesto che può causare la morte. Il Blue Whale Game, ossia il “gioco della balena blu”, così chiamato perché ispirato al presunto comportamento di alcune specie di cetacei che vanno ad arenarsi volontariamente per lasciarsi morire, sembra aver già mietuto un centinaio di giovani vittime in Russia. E ha rischiato di fare altrimenti nel resto d’Europa. Al punto che le autorità di pubblica sicurezza e associazioni anti cyber-bullismo inglesi e francesi hanno attivato un numero verde e lanciato campagne di sensibilizzazione in città e nelle scuole per fornire ai genitori gli strumenti adatti di prevenzione contro questo gioco mortale che esercita fascino soprattutto sui ragazzi con depressione e disturbi mentali.


Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • La verità sul fenomeno del Blue Whale in Italia

    Solo il 5% delle 170 segnalazioni raccolte in Italia relativamente al Blue Whale, riguarda ipotesi di reato. Quali istigazione al suicidio o procurato allarme. È quanto riferito dal Ministro dell’interno intervenendo al Question Time di ieri alla Camera dei Deputati, su questo fenomeno divenuto tristemente conosciuto, che mira a coinvolgere Leggi tutto.

  • La legge contro il cyberbullismo spiegata dagli youtubers

    In Italia, è entrata in vigore da pochi giorni la legge contro il cyberbullismo. Per questa occasione, gli youtubers La Sabri Gamer, Giulia Penna, Jack Nobile, Cesca e Klaus con il loro video hanno aderito a #Cyberesistance. La campagna sviluppata da Web Stars Channel in collaborazione con il Professor Bernardo, Leggi tutto.

  • Dalla Polizia arriva il tasto “Stop Blue Whale”

    Prosegue senza sosta la lotta della Polizia italiana contro il Blue Whale. La pericolosa sfida che viene proposta in Rete a ragazzi giovanissimi con l’intento di manipolare la loro volontà e suggestionarli a tal punto da indurli a commettere atti di autolesionismo fino ad arrivare persino al suicidio. Dopo i Leggi tutto.

  • È Instagram il social network più pericoloso per i teenager

    È Instagram il social network che causa più problemi di autostima e depressione tra gli adolescenti. A dirlo, l’inglese Royal Society for Public Health, che ha stilato la classifica delle cinque piattaforme web di condivisione di foto, video e messaggi più minacciose per la salute mentale dei ragazzi. Secondo gli Leggi tutto.

  • I consigli della Polizia per difendere i vostri figli dal Blue Whale

    Parlate con i vostri figli del Blue Whale e cercate di far loro esprimere un’opinione in merito. È questo uno dei consigli della Polizia di Stato italiana alle mamme e ai papà del Bel Paese, per aiutarli a comprendere e contrastare questa orrenda pratica, nata in Russia e creata apposta Leggi tutto.

  • A scuola l’iperattività si placa disegnando fumetti

    Disegnare fumetti in classe per calmare ansia, aggressività, rabbia, scatti d’ira. È l’approccio sperimentato con successo nella scuola superiore Urban Assembly Bronx Academy of Letters, situata nelle difficili periferie di New York, con gli studenti con bisogni educativi speciali – autismo, problemi di salute e di famiglia, iperattività – per Leggi tutto.