6 nuovi requisiti per acquisire la cittadinanza australiana

di Beatrice Credi - 21.04.2017
6 nuovi requisiti per acquisire la cittadinanza australiana
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

L’Australia renderà più difficile ottenere la cittadinanza dopo una revisione importante della sua legislazione. Ecco i 6 nuovi requisiti per acquisirla:

1) Tutti i candidati sono tenuti a passare un test in inglese, che comprenda la lettura, la scrittura, l’ascolto e la produzione orale;

2) I richiedenti sono tenuti a vivere in Australia come residenti permanenti per almeno quattro anni (invece di un anno);

3) Il test di cittadinanza sarà rafforzato con nuove e più significative questioni che valutano la comprensione di un candidato e il suo impegno nei confronti dei valori del paese e di certe responsabilità condivise;

4) I candidati saranno tenuti a mostrare i passi che hanno intrapreso per integrarsi e contribuire alla comunità australiana. Come la prova di un’occupazione stabile, dell’appartenenza alle organizzazioni della comunità e dell’iscrizione a scuola per tutti i bambini;

5) Un candidato può fallire la prova di cittadinanza solo per tre volte (al momento non esiste alcun limite al numero di volte in cui un candidato può fallire il test);

6) Un fallimento automatico per i candidati sarà introdotto in tutti i casi di tentativi di falsificazione del test.

Pubblicato in Cittadinanza.
Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Il piano May contro gli immigrati, italiani compresi

    Mentre l’Italia si divide sulla concessione della cittadinanza ai figli degli immigrati, l’Inghilterra, invece, pensa di usare le forbici. Anche con gli emigrati italiani. E’ questo il salatissimo prezzo che la perfida Albione, dopo Brexit, punta a far pagare ai nostri connazionali e ai tanti cittadini UE residenti Oltremanica. La Leggi tutto.

  • Non amare gli immigrati è legittimo, prendersela con i bambini no

    In democrazia litigare per errore è sempre sbagliato. Perché, come ad esempio è accaduto in questi giorni per la modifica delle norme sulla cittadinanza ai figli degli immigrati, anziché far capire al comune cittadino cosa si discute e come stanno le cose, si finisce solo per confonderlo ed allarmarlo. Un Leggi tutto.

  • È ufficiale, le culle vuote non le riempiono gli immigrati

    La popolazione italiana continua a diminuire. Dopo lo storico calo registrato lo scorso anno, l’Istat torna a certificare un nuovo decremento. Il totale nel 2016 si attesta a 60.589.445 persone (di cui oltre 5 milioni di origine straniera), con un saldo negativo, per 76.106 unità, determinato dalla flessione del numero Leggi tutto.

  • Boom di nuovi cittadini in Italia

    Il 2016 è stato un nuovo anno record per quanto riguarda le acquisizioni di cittadinanza in Italia. Sono state, infatti, 205mila. Un numero che ha registrato continui aumenti: si è passati da 29mila nel 2005, a 66mila nel 2010 e a 100mila nel 2013. Da qui in avanti la crescita Leggi tutto.

  • Aumentano i nuovi italiani nonostante lo jus sanguinis

    Italia leader in Europa per numero di cittadinanze concesse agli immigrati. Nel 2015, su un totale di 841.246 beneficiari nei 28 stati UE, oltre 178 mila erano residenti nel Bel Paese. Di questi il 19,7% era di origine albanese, il 18,2% marocchina e l’8,1% romena. Secondo il report annuale di Leggi tutto.

  • L’italo-albanese che sfida Pizzarotti a Parma

    “L’immigrazione disordinata è un danno per tutti”. Parola di Gentian Alimadhi, albanese ex clandestino oggi avvocato, aspirante sindaco di una delle città più chic e snob d’Italia.  E’ lui, infatti,  la vera novità delle primarie (5 marzo) del centro-sinistra di Parma. Domanda: Arrivato con un barcone come è riuscito a diventare Leggi tutto.