33 scuole a Bruxelles per discutere di immigrazione

di Beatrice Credi - 11.02.2016
33 scuole a Bruxelles per discutere di immigrazione
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Sarà l’immigrazione il tema dell’iniziativa europea Your Europe Your Say! Il Comitato economico e sociale ha selezionato 33 scuole superiori ciascuna delle quali invierà una delegazione di tre allievi e un insegnante a Bruxelles per partecipare a una sessione plenaria dei giovani al parlamento europeo dal 17 al 19 marzo. Gli studenti lavoreranno insieme, discutendo e proponendo azioni concrete che potrebbero essere prese nelle scuole e nelle associazioni giovanili per aiutare i giovani migranti a integrarsi in modo più efficace. La prima fase dell’iniziativa vedrà, invece, alcuni membri del Comitato recarsi in visita direttamente negli istutiti coinvolti al fine di aiutare i ragazzi a prepararsi per il dibattito. Attravero questo evento il Comitato, che rappresenta la voce della società civile, agisce per garantire che le opinioni, le esperienze e le idee della generazione più giovane abbiano un ruolo nell’elaborazione delle politiche dell’Ue.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:
  • Tanti italiani tra i primi laureati al World Bachelor in Business

    Ci sono tanti italiani tra i primi 38 studenti che si sono laureati al World Bachelor in Business (WBB). Il programma di studi della durata di 4 anni e svolto interamente in inglese, nato dalla partnership tra Università Bocconi, University of Southern California e Hong Kong University of Science and Leggi tutto.

  • Dipendenti pubblici sempre più vecchi e incompetenti

    In Italia, i dipendenti pubblici sono sempre più vecchi e poco qualificati. Basta pensare che, attualmente, il 49% delle mansioni che richiedono una laurea è svolta da personale non laureato. In tutto, i “dottori” o quelli in possesso di titoli più alti sono circa il 40% del totale e il Leggi tutto.

  • Anche il medico deve poter dire: “Ho sbagliato”

    Per ridurre gli errori in sala operatoria, il medico deve essere libero di dire “ho fallito”. A sostenerlo, gli esperti della Penn University. Che hanno indagato su come i giudizi interni ed esterni, ossia della comunità scientifica e delle famiglie dei pazienti, portino i professionisti a sbagliare di più e Leggi tutto.

  • A scuola l’iperattività si placa disegnando fumetti

    Disegnare fumetti in classe per calmare ansia, aggressività, rabbia, scatti d’ira. È l’approccio sperimentato con successo nella scuola superiore Urban Assembly Bronx Academy of Letters, situata nelle difficili periferie di New York, con gli studenti con bisogni educativi speciali – autismo, problemi di salute e di famiglia, iperattività – per Leggi tutto.

  • Adesso tocca anche a loro essere licenziati

    I manager di oggi non sono più intoccabili come una volta. Negli ultimi 10 anni, infatti, il numero di quelli licenziati per comportamenti scorretti e violazione dei codici etici è raddoppiato negli Stati Uniti e in Canada e triplicato in Brasile, Russia, India e Cina. A dirlo è l’ultimo studio realizzato Leggi tutto.

  • Nonostante tutto in Italia la laurea conta ancora

    In Italia, la laurea resta un’ottima carta da giocare nel mondo del lavoro. Il numero di dottori che risulta impiegato a un anno dal titolo, infatti, è in aumento. Secondo l’ultimo rapporto Almalaurea, parliamo del 68% dei laureati triennali e il 71% di quelli magistrali biennali. E non si tratta Leggi tutto.