Scoprire l’autismo entro il primo anno di età è possibile

di Beatrice Credi - 16.02.2017
Scoprire l’autismo entro il primo anno di età è possibile
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter Condividi su Whatsapp
  • Stampa

Un nuovo studio suggerisce che è possibile prevedere entro il primo anno di vita se un bambino svilupperà l’autismo (ASD). Gli scienziati hanno raccolto le scansioni cerebrali di oltre 106 neonati considerati ad alto rischio perché avevano fratelli con disturbi dello spettro e di 42 senza alcun parente stretto con autismo.  All’età di due anni a quindici di loro è stato diagnosticato l’autismo. I medici sono dunque andati indietro nel tempo – le immagini sono state analizzate a 6, 12 e 24 mesi – notando che il cervello di quelli con ASD si era sviluppato in maniera differente. Tra i 6 e i 12 mesi, per esempio, lo strato esterno della parte anteriore era leggermente più grande. Nel corso dei 12 mesi successivi, i loro cervelli hanno continuato ad essere leggermente più grandi rispetto a quelli dei loro coetanei. Questa crescita ha ragioni ancora sconosciute, ma viene associata con l’ASD. I risultati di questo studio pubblicato su Nature sono considerati una vera svolta per la diagnosi precoce dell’autismo.